Le pratiche edilizie per la costruzione di stalle

Per la progettazione e costruzione di stalle, è indispensabile avere una serie di documenti, tali da permettere agli esaminatori una valutazione sia specifica che complessiva.

Tale documentazione deve comprendere anche la progettazione degli impianti di processo, come: l’impianto di mungitura, di allontanamento dei reflui zootecnici, di essicazione, ecc…

Le pratiche edilizie riguardanti il settore agricolo, dovranno essere accompagnate da:

  • QUESTIONARIO INFORMATIVO dell’azienda e della relativa consistenza/ attività;
  • ESTRATTO DEL PRG evidenziando la zona dell’intervento, indicante la destinazione urbanistica della zona e delle zone limitrofe, per un raggio all’intorno dell’insediamento di 200, 300, 600 m a seconda del tipo di animali allevati;
  • PLANIMETRIA IN SCALA 1: 500 iddicante gli edifici esistenti nel raggio di 100 m attorno all’edificio oggetto di intervento, loro destinazione d’uso e le relative pertinenze. In tale planimetria andranno inoltre indicati: fossi, canali, specchi d’acqua, strade e viabilità aziendale interna ed esterna, così come le varie installazioni degne di interesse tra cui: silos verticali e relative protezioni, silos orizzontali e relative aree di manovra, depositi di GPL o di altri carburanti o di oli minerali, concimaie e vache di stoccaggio deiezioni, impianti di essicazione, di macinazione e di stoccaggio di foraggi e fieni, cabine e linee elettriche aeree;
  • RELAZIONE GEOLOGICA O GEOTECNICA da cui evinca chiaramente che il terreno presenta caratteristiche meccaniche compatibili con l’insediamento della nuova struttura. Questo documento è sostituibile da dichiarazione sottoscritta dal progettista, in cui si dichiara di conoscere le caratteristiche del terreno in virtù di rpecedenti relazioni geologiche, che ne attestano l’idoneità;
  • TAVOLA CON RAPPRESENTAZIONE DEL SISTEMA DELLE FOGNATURE sia relativo agli scarichi civili che produttivi che di allontanamento delle acque meteoriche.
  • PIANTE PROSPETTI E SEZIONI dei fabbricati oggetto di intervento regolarmente quotati come da norme UNI relative al disegno tecnico.
  • RELAZIONE TECNICA COMPLETA di tutte le informazioni relative agli edifici e ai materiali da costruzione utilizzati, con particolare riguardo alle caratteristiche antiscivolamento dei pavimenti ed  alle caratteristiche di portata delle coperture.
  • TAVOLA DI LAY OUT la quale descrive l’allestimento previsto del luogo di lavoro oggetto di intervento in modo dettagliato. La tavola andrà accompagnata o inserita in una tavola complessiva che descrive, in via generale, il lay – out aziendale.
  • PROGETTI E SCHEMI FUNZIONALI degli impianti tecnologici, sia di base che specifici. Le ragioni per le quali viene richiesta la documentazione di progetto degli impianti deriva dalla necessità che venga definito, in via preventiva, il quadro più completo possibile della situazione operativa che si realizzerà alla fine dell’intervento di costruzione o di modifica;
  • PARERE DI CONFORMITA’ DEI VIGILI DEL FUOCO o la dichiarazione motivata della non sussistenza dell’obbligo. Tale documentazione è richiesta nei casi in cui sono presenti attività soggette chiaramente individuabili o sussitano ragionevoli dubbi.

Vista la nostra esperienza nel settore dell’edilizia civile ed industriale realizziamo stalle per l’allevamento di bestiame, complete di vasche per l’accumulo del liquame con grigliati superiori, murature di tamponamento, strutture in ferro di copertura, canaline per il foraggio e pavimentazioni industriali lungo le corsie.

Per richieste o informazioni:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here