sismabonus

Case antisismiche sicure: come realizzarle

L’Italia è un Paese ad alto rischio sismico, e questo gli italiani lo sanno bene.

Dal dopoguerra, il nostro Paese è stato il più colpito dal terremoto a livello europeo.

Si può evitare tutto questo? certo. Anzi, non solo è possibile ma è proprio doveroso!

Case antisismiche: la normativa italiana per la sicurezza

In Italia, la normativa antisismica viene raccolta nelle NTC 2018 (Norme Tecniche Costruzioni 2018), la quale fissa tutti i criteri per costruire una struttura in modo da prevenire i danni alle persone e alle cose.

Le NTC 2018, classificano il territorio italiano in diverse zone soggette ad un differente rischio sismico: da quelle più pericolose della zona 1 a quelle con un rischio ridotto della zona 4.

  • Zona 1: Zona con elevato rischio sismico e altamente pericolosa;
  • Zona 2: Rischio sismico moderato con forti terremoti;
  • Zona 3: Basso rischio sismico con forti terremoti;
  • Zona 4: Rari eventi sismici, zona meno pericolosa.

La normativa prevede che in ogni zona le costruzioni debbano rispettare dei parametri di sicurezza differenti a seconda della valutazione di pericolosità del territorio.

Dagli eventi accaduti, abbiamo capito che il fenomeno fisico è imprevedibile, nonostante la zona in cui ci si trova.

Case antisismiche: da cosa dipende la sicurezza?

Come possiamo essere certi che un edificio non crolli e non subisca gravi dissesti, anche in presenza di un forte terremoto?

Vi sono 4 segnali che ci permettono dicapire se un edificio è davvero sicuro. Ecco quali:

  1. MATERIALI: nella costruzione di un edificio è fondamentale utilizzare materiali affidabili e certificati. Calcestruzzo e acciaio sono i materiali più utilizzati, proprio per la garanzia delle loro prestazioni meccaniche e di resistenza;
  2. FORMA DELL’EDIFICIO: l’edificio dev’essere il più regolare possibile, sia in pianta che in altezza. Sono da evitare le piante irregolari, in quanto risultano maggiormente vulnerabili in presenza di terremoti, manifestando indesiderati effetti torsionali. Invece, le piante quadrate o rettangolari, danno maggiore stabilità all’edificio e, in elevazione assicurano la sovvrapponibilità delle pareti;
  3. ELEMENTI PORTANTI: ci dev’essere poi un opportuno dimensionamento delle strutture portanti come ad esempio: pilastri, travi, solai e fondazioni ed il rispetto dei reciproci rapporti geometrici. Dev’essere rispettata una gerarchia delle resistenze in modo da evitare eventuali fenomeni di collassi imrpevedibili;
  4. ELEMENTI SISMO-RESISTENTI: è opportuno verificare che siano previste un numero sufficiente di pareti antisismiche opportunamente posizionate nell’edificio. In tal modo si eviteranno effetti torsionali indesiderati con dinamiche di crolli non prevedibili.

La ristrutturazione edilizia di Lavori Industriali Srl

Lavori Industriali S.r.l. è da anni operante nel settore dell’edilizia civile e residenziale. Fra le varie attività nell’ambito dell’edilizia civile ci occupiamo in modo accurato della costruzione di fabbricati quali case, appartamenti e ville, edifici ad uso commerciale, negozi, uffici ed altro.

Ristruttuiamo strutture tradizionali in laterizio o strutture miste abbinando al materiale tradizionale l’impiego di elementi in legno, in acciaio o di elementi a vista sia su mattoni che su calcestruzzo.

Le opere di edilizia civile sono ovviamente completate con la realizzazione di finiture interne ed esterne collaborando con il cliente per la scelta dei materiali e adottando le ultime novità in campo tecnologico offerte dalle più rinomate ditte del settore con le quali operiamo da anni.

 Hai bisogno del nostro aiuto o di maggiori informazioni sulla ristrutturazione casa antisismica? non esitate a contattarci!
costruzione impianti biogas

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here