Piazzale in roccia casa

Ultimamente si tende ad utilizzare materiale riciclato piuttosto che materiale naturale per realizzare i sottofondi per piazzali, ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Prima di iniziare faccio una piccola premessa: prima della scelta del materiale è sempre bene fare delle verifiche di portata partendo dai carichi che il futuro piazzale dovrà sostenere per definire la stratigrafia con le indicazioni di granulometria e spessore del materiale da usare.

Ora andiamo a fare un po’ di ordine e chiarezza.

Ti potrebbe interessare: Come Assicurarti che l’Impresa Edile non Risparmi sui Materiali per Aumentare i suoi Margini.

Meglio un piazzale in materiale riciclato o in roccia?

  • Il materiale riciclato è derivante dalla frantumazione di macerie latero-cementizie.
  • Il materiale naturale è derivante dalla frantumazione da roccia vergine.

Oggi la scelta di usare materiale riciclato è condivisa per diversi motivi:

Il primo, è che il materiale riciclato è più economico rispetto al materiale naturale;

Il secondo, è la scelta “ecologica”. Usare materiale derivante dalla demolizione di edifici è molto apprezzato da un punto di vista dell’ambientale rispetto a rimuovere parti di montagna.

Il terzo, è che in caso di realizzazione di un nuovo edificio con la demolizione del precedente è possibile macinare e utilizzare il materiale proveniente dalla demolizione e reimpiegato nello stesso posto per fare il piazzale del futuro edificio. In questo caso abbiniamo sia l’aspetto economico che quello ecologico.

Naturalmente, il materiale da utilizzare deve essere un buon materiale. Infatti in commercio si trovano molti materiali riciclati a diversi prezzi per la diversa qualità del materiale. Si va da quelli più economici dove la miscela solitamente è composta da poca componente di calcestruzzo e molta componente di terreno a quelli più costosi dove la componete di calcestruzzo nella miscela è maggiore a discapito della componente di terreno o sabbiella fine.

Purtroppo però c’è una cosa a cui fare attenzione. Infatti, alcune miscele a basso costo presentano al loro interno rifiuti quali plastica, legno, ecc…

Bisogna fare quindi attenzione ad adottare un materiale di qualità con una miscela equilibrata composta da laterizio e da cemento in giusta proporzione con idonei certificati e senza rifiuti all’interno.

Questo materiale, se posato in idonei spessori, e rullato ogni strato da risultati di tenuta eccellenti soprattutto avendo un costo minore rispetto al materiale vergine di roccia.

È importante quindi la scelta del materiale e non guardare solo il prezzo questo per non avere sorprese di scarsa tenuta.

Per concludere, il mio consiglio è quello di usare lo strato portante del piazzale di grosso spessore utilizzando materiale riciclato di idonea granulometria e realizzare la parte superiore di finitura con stabilizzato fine di roccia al per avere un idoneo supporto sul quale realizzare pavimenti in calcestruzzo o asfalti.

Hai altre domande? Clicca sull’immagine qui sotto per metterti un contatto con un altro tecnico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here