Come Evitare Conteziosi fra Impresa Edile e Committente

Mi sono imbattuto in questa domanda navigando sul web e vorrei dare una risposta:

“Buon pomeriggio. Appalto privato. Nelle riunioni di cantiere il DL informa l’impresa di alcune priorità del committente che chiede di anticipare certi interventi diversamente da quanto indicato nel cronoprogramma. Le informazioni vengono trasmesse prima verbalmente e poi tramite verbale inviato per email.

L’impresa non esprime alcuna osservazione o riserva, anzi prosegue con le attività come richiesto salvo a distanza di alcuni mesi rivalersi e presentare il conto per la diversa gestione del cantiere a causa della modifica del programma sostenendo che non aveva accettato alcuna variazione.

Nello specifico, la ditta non chiede sovrapprezzi per opere bensì chiede che gli venga riconosciuto un extracosto per i maggiori oneri legati alla gestione del cantiere. La modifica del programma ha comportato un prolungamento dei tempi per i quali chiede che gli vengano riconosciuti costi per extra noleggio ponteggi, baracche di cantiere, tecnici di cantiere ecc.”

Come sempre i cantieri privati sono particolarmente contorti e alcune imprese poco corrette ne approfittano, ma quindi, in questo caso, può chiedere l’aumento dei prezzi?

Innanzitutto dipende, non conosciamo effettivamente la reale situazione che a detta dell’impresa ha comportato effettivamente questi costi; ma visto che l’impresa ha taciuto non appena le è stato chiesto di modificare le fasi del lavoro senza un po’ di sospetti di avere di fronte un’impresa furba io li ho….

Ma la questione è un’altra…

Trattandosi di opera privata, e dunque non soggetta a regole contabili rigide purtroppo bisogna scendere a compromessi. Anche quando il committente avrebbe ragione.

Perché anche se riesci a dimostrare di essere nel giusto, l’impresa edile cercherà anche una seconda o terza volta di aumentare i costi del progetto e al prossimo “inciampo” ti troverai a pagare il conto doppio.

È brutto da dire, ma in questi casi devi porti la domanda “Cos’è meglio: finire i lavori o dimostrare di aver ragione in tribunale?” In entrambi i casi avrai dei costi maggiori rispetto a quelli preventivati, e ti troverai a dover perdere tempo dietro a pratiche scomode.

La radice di questi problemi è sempre la stessa: la scelta dell’impresa edile, che spesso viene fatta senza consapevolezza o guardando SOLO il prezzo.

Ovviamente il prezzo ha una sua importanza, ma se un risparmio iniziale ti porta ritardi, contenziosi, rogne da sbrigare e addirittura processi in tribunale, la scelta basata sul prezzo basso probabilmente non è la migliore…

Stai pensando di Ampliare, Ristrutturare o Costruire un Fabbricato Industriale?

Su Internet puoi trovare prontuari tecnici dedicati e articoli di settore rivolti ad imprese edili e architetti, ma nessun materiale per il cliente che vuole costruire, ampliare o ristrutturare il proprio fabbricato industriale.

Per questo ho scritto due guide per spiegare come funziona l’appalto edile a tutti coloro che vorrebbero costruire un fabbricato industriale.

Diplomato all’istituto Tecnico per Geometri di Rovigo, ha iniziato a lavorare nel mondo dell’edilizia nel 1997. È specializzato nel settore della preventivazione e dei computi metrici estimativi.
Articolo creato 119

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto